Ci sono amore, passione, impegno e una grande squadra dietro al nostro progetto Ego Park

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

 

Ci sono amore, passione, impegno e una grande squadra dietro al nostro progetto Ego Park

Ecco le voci di chi, ogni giorno, lavora per la sua realizzazione

 

Dietro le quinte di un grande progetto ci sono sempre le idee, le prove, le scoperte, il sudore e la fatica di tante mani, tanti occhi, tanti cuori che industriosamente collaborano giorno dopo giorno, con passione, con amore e ingegno per perseguire un obiettivo comune. Dietro un grande progetto, come è il nostro Ego Park, c’è un team unito, partecipativo e propositivo che da mesi coopera alla sua realizzazione. E c’è il sogno condiviso – che è quello di ciascuno di noi – di poterlo vedere presto come un enorme contenitore di iniziative di ogni tipo. Se vi chiedete quali, sappiate che ne abbiamo in mente davvero tante… e presto, sarete voi i protagonisti di questa nuova pagina Ego.

 
Il nostro Domenico la definisce “un innovativo ritorno alle origini”. La sua operosità è contagiosa e vederlo lavorare, indaffarato, fra il legno e la terra, le installazioni appena consegnate, le misure precise e le recinzioni, la pavimentazione e gli attrezzi, rimanda una sensazione di pace e naturalezza, tanta è la cura e l’attenzione che ci mette. “Sono davvero felice di aver contribuito a trasformare un luogo incolto e abbandonato, in un giardino rigoglioso. Un parco, per meglio dire, dove potersi allenare in assoluta sicurezza”, ci dice pieno di orgoglio, riflettendo sul momento storico particolare e sulle “tante imprese entusiasmanti” – come ama definirle – a cui ha preso parte negli anni in Ego. “Lavorare qui, del resto, è coinvolgimento, servizio e interazione, con la clientela e con i colleghi”.

 
È fare squadra, in sostanza. Perché non ci sono mascherine o precauzioni a creare distanze emotive quando si crede veramente in qualcosa e lo si fa insieme. “È stata quella la nostra forza – afferma Chiara – il fatto di essere uniti, di non sentirci soli e abbandonati, ma di guardare avanti con persone che vedono la luce, sognano, si applicano, studiano e riescono a mettere in pratica le cose che immaginano per un futuro diverso, per un oggi che è migliore di ieri. Questo è stato fondamentale, vitale. È stato il nostro modo di tenere lontane tristezza e depressione: avere un impegno, ricercare, attivare la parte creativa, ci ha dato una grandissima spinta anche a livello personale”.

 
La parola d’ordine- ci ricorda – è “kaizen”, ossia “miglioramento continuo”. Quello che, noi di Ego, abbiamo sempre messo in pratica come un mantra aziendale, di vita, di gruppo e individuale. Insieme alla filosofia del wellness e del fitness, del movimento, dell’incontro e dell’innovazione che oggi – un po’ per necessità e un po’ per modernità e maggior consapevolezza – si esprime in un concetto che da tempo portiamo avanti: quello dell’outdoor. Outdoor come cultura sostenibile, respiro rigenerante, come vitamina naturale, come disconnessione dal mondo artificiale, come contatto con ciò che ci circonda. Outdoor come beneficio, per l’anima, per la mente e per il corpo. Allenarsi all’aperto, infatti, consente di immagazzinare aria pulita, rafforzare il sistema immunitario, ridurre lo stress grazie all’aumento degli ormoni legati al buonumore, migliorare le performance, stimolare l’equilibrio, irrobustire le articolazioni e restituirci quella condizione di libertà di cui, soprattutto oggi, ci sentiamo privati.

 
Continuiamo a sognare è stato il nostro slogan di tutto quest’anno – interviene Marina – Ed è proprio questo che ci ha portati ad andare avanti. Solo così siamo riusciti a ritrovare energia, visione del futuro, verso cui siamo stati messi molto alla prova negli ultimi tempi. Continuare a sognare è stato quello che ci ha alleggerito questo momento molto difficile”.

 
E, proprio gettare il cuore oltre l’ostacolo, è tuttora la nostra forza. “È stato impegnativo, certo – sostiene Michele – ma ne è valsa la pena. E ora che ci stiamo avvicinando alla fine di questa avventura fatta di preparativi, siamo pronti a un nuovo inizio con curiosità, orgoglio ed entusiasmo”.

 
Proprio quelle sensazioni che ritroviamo negli occhi dei nostri clienti e che, per noi, sono linfa vitale. “Mi guardo intorno e penso che sia la cosa più bella che potesse capitarci in questo periodo – aggiunge Stefania P. – Abbiamo trovato un modo costruttivo per superare questa fase. Avere la possibilità di pensare, progettare e creare quello che non vediamo l’ora di farvi sperimentare, ci ha tenuti accesi. Una soddisfazione che cresce ancor più, quando le persone vengono qui a vedere con i propri occhi e iniziano a immaginare quello che sarà”.

 
E, ogni volta, noi immaginiamo con voi. Vi “vediamo” già correre, muovervi, saltare, meditare, riscoprirvi, respirare, meravigliarvi, riappropriarvi di voi stessi. Passeggiare, superare le ansie, macinare obiettivi: recuperare quelli vecchi, fissarne di nuovi. Fantastichiamo, riflettendo su quella nuova dimensione che, come spiega Stefania A., “ora consentirà di sfruttare anche questo periodo intermedio di zone rosse e arancioni e di farvi allenare in un contesto meraviglioso. E dopo sarà comunque una nuova modalità che accompagnerà quello che facciamo già da 37 anni”. “Mi sento viva e orgogliosa di tutto ciò – aggiunge – Avere un progetto da portare avanti ci ha alimentati quotidianamente: invece di pensare a quello che non potevamo più fare, ci siamo rimboccati le maniche trasformando un problema in un’opportunità”.

 
Il terreno per una grande ripartenza è quasi pronto. Con un pizzico di trepidazione – quella positiva, adrenalinica e coraggiosa di quando ci si tuffa in un mare in cui non abbiamo mai nuotato, pur sapendo che sarà bellissimo – stiamo sognando già. Mentre vi vediamo respirare quell’aria di relazione e di socialità in sicurezza durante i nostri corsi outdoor attualmente attivi, per noi, con la mente, siete già con i piedi nell’erba fresca del nostro (e vostro) Ego park.

 
E sapendo che, le parole, l’immaginazione e le aspettative non saranno mai come esserci davvero, intanto, vi invitiamo a prendervi mezz’ora per venire a ri-trovarci. Abbiamo voglia di condividere questo entusiasmo e di farvi toccare con mano quello che sarà… presto, molto presto!

Articoli correlati

Potrebbe interessarti anche

I perché dell’esercizio fisico

Tempo di lettura stimato: 2 minuti   Prendere consapevolezza dell’impegno che dedichi all’esercizio fisico, è il primo passo per costruire, insieme ai nostri istruttori qualificati, un programma che funzioni e che

Porte spalancate all’EgoPark!

Tempo di lettura stimato: 3 minuti   Porte aperte in EgoPark! Negli ultimi mesi ci siamo preparati e abbiamo elaborato tantissime soluzioni su misura per te. Una di queste è EgoPark

RICHIEDI IL TUO WELLNESS FREE PASS!

VIVI EGO!

Prova gratuitamente il nostro centro!

 

Attiva il tuo mese Estate
Fitness Indoor/Outdoor e Piscina

× Contattaci su whatsapp!