Lo Zibaldone è il negozio prezioso dell'emozione e del viaggio

Lo Zibaldone, una storia di cui sei protagonista

 

Il negozio in cui i dettagli diventano importanti

Scopri le collezioni di arredo per la casa, i bijoux, gli abiti, le fragranze di ambiente, le ceramiche preziose…scopri il tuo stile

 

Ti invito al viaggio. In un paese che ti piace tanto. Là dove trovi ciò che rende meraviglioso ciò che è già bello: il tuo sguardo, il tuo gusto, il tuo stile, il tuo abbigliamento, il tuo modo di intendere l’intimità della tua casa. Una stanza che si moltiplica come per magia e risuona di favola, poesia, antico e presente. Non ce ne sono molti, bensì un luogo ben preciso, speciale e forse ancora “segreto”. “Lo Zibaldone” è il suo nome, come il titolo di un film che si svolge in 3 scene.

Scena 1, interno notte. Due bambine dagli occhi grandi.  Una bionda e riccia e il sorriso ad illuminare il color nocciola dell’iride. L’altra alta e mora, avventurosa e seria, con l’azzurro di uno sguardo sempre attento. Due sorelle colte e responsabili, che si tengono per mano, e quando possono, anzi, quando vogliono, si rifugiano nella loro soffitta segreta, aprono uno scrigno che emana un bagliore indecifrabile: quello di tutti i loro sogni.

Scena 2, esterno giorno. Le bambine sono due giovani donne. Continuano a tenersi per mano. Lo scrigno non emana più il bagliore della fantasia e dell’immaginazione.. perché si dice che con l’infanzia svaniscano….e allora cominciano a viaggiare, per ricomporre tutti i frammenti dei loro sogni. E per magia quello scrigno, viaggiando di mercato in mercato, da Parigi all’Est Europa, dal Nord Italia, alle isole più remote, si riempie di oggetti semplici e preziosi, oggetti “veri”, profumati dal lavoro di chi li ha realizzati, cuciti, pensati, manufatti.

Scena 3, interno giorno. Lucca, anno 2019. Ci sono due donne. Una bionda e riccia e il sorriso ad illuminare il color nocciola dell’iride. L’altra alta e mora, avventurosa e seria, con l’azzurro di uno sguardo sempre attento. Sono due professioniste a capo dell’azienda familiare, sono due sorelle, due “amiche” , che tengono per mano i loro figli. E hanno deciso che i sogni non vanno tenuti dentro uno scrigno…anzi…essere a portata di tutti. Così è nato lo Zibaldone.

Sara e Silvia Di Grazia, sono due imprenditrici che invitano al viaggio, insieme a loro, in un luogo magico. A Lucca, in Viale Luporini, quello che per loro ( conosciute per essere dottoresse professioniste di Acustica Toscana) è da sempre una grande passione, ha preso vita in lo Zibaldone, che proprio come l’opera di Giacomo Leopardi, un diario personale che raccoglie una grande quantità di appunti di viaggio…che sono collezioni artigianali di abiti per bambini, per donna, linee di arredo pregiato per la casa, ceramiche, profumi d’ambiente, bijoux, dettagli ricchi di fascino che provengono da tutto il mondo. Una caratteristica davvero preziosa e inimitabile a Lucca.

Ti invito al viaggio

In quel paese che ti assomiglia tanto.

I soli languidi dei suoi cieli annebbiati

Hanno per il mio spirito l’incanto

Dei tuoi occhi, quando brillano offuscati.

 

Laggiù tutto è ordine e bellezza,

Calma e voluttà.

 

Il mondo s’addormenta in una calda luce

Di giacinto e d’oro.

Dormono pigramente i vascelli vagabondi

Arrivati da ogni confine

Per soddisfare i tuoi desideri.

I tuoi desideri…

(Charles Baudelaire)

Entri allo Zibaldone e l’allure parigino è nell’aria, ma non solo. Come attraversare lo specchio di Alice. Vivi una sensazione di benessere e la tua curiosità, tornata bambina, si accende, perché comprendi che per rendere “speciale” uno spazio, un corpo, un volto, è sufficiente la scelta di un dettaglio tanto semplice, quanto unico e prezioso. Cammini nel negozio, tra l’old piano verticale, la bilancia da speziale dei primi del Novecento, i dipinti alle pareti e gli armadi autentici che accolgono la maglieria artigianale, e rispondi con naturalezza all’ invito al viaggio, descritto nei versi musicali di Baudelaire. Tutto questo in un negozio? Sì. E vivi l’impalpabile immagine di un altrove dorato che chiunque ha carezzato con la mente almeno una volta nei suoi sogni a occhi aperti. «I sogni! per sempre i sogni!», scrive d’ altronde lo stesso Baudelaire nell’ omonima prosa nello Spleen di Parigi, «e più un’anima è ambiziosa e raffinata, più i sogni la sospingono via dal possibile. […] Vivremo mai in quel quadro dipinto dal mio spirito? Riusciremo a migrare in quel quadro che è il tuo specchio?». Come Alice attraverso lo specchio, come i bambini e Mary dentro il dipinto, e non uno qualsiasi il tuo, che componi e riconosci appena varchi la soglia dello Zibaldone.

“Quest’edizione del libro di Alice nel Paese delle Meraviglie è in vendita?”, chiedo.

“No, quella no” mi risponde Silvia. “Lo Zibaldone è una condivisione di una nostra idea di emozione, stile e bellezza…è possibile che ci siano cose nostre, che fanno parte della nostra vita e che danno senso alla visione di questa progetto”.

“In quanto tempo siete riuscite a scoprire e a riunire tante linee così uniche e pregiate per la bellezza che trasmettono?”

“Viaggiando tanto”, sorride Sara. “I viaggi nei mercatini di tutto il mondo è un’esperienza a cui non rinunciamo e ci hanno portato a conoscere artisti meravigliosi…alcuni dei quali, abbiamo anche contribuito a far conoscere e diffondere…”

“Ho notato la collezione di bijoux D.Fly…”  sottolineo.

“Ci piace particolarmente il simbolo della libellula, il dragon fly, e questa linea è quasi impalpabile con piccoli dettagli che diventano importanti….e richiamano l’attenzione”, spiega Silvia.”

“ In realtà tutto Lo Zibaldone sono piccoli dettagli che diventano importanti”, aggiunge Sara.

Lascio Silvia e Sara Di Grazia a sistemare sul tavolo i nuovi anelli in porcellana e bronzo e i foulard dipinti a mano. Le lascio con un arrivederci che condivido con chi legge, in un invito al viaggio che continua, che inizia con il trillo della campanellina appena apri la porta, e che poi non si ferma più, come una storia di cui sarai sempre tu il protagonista.

 

 

 

Related posts